Dermabase.it
Melanoma
XagenaNewsletter
OncoDermatologia

Trattamento sistemico della psoriasi


Il trattamento sistemico trova indicazione nella forma moderata-grave della psoriasi.

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato i seguenti farmaci:

Retinoidi L’Acitretina ( Neotigason ) è un retinoide ( un derivato della vitamina A ), che è somministrato per os.
Studi hanno dimostrato che l’Acitretina è efficace nel trattamento della psoriasi pustolosa e della psoriasi eritrodermica.
Associando all’Acitretina la fototerapia si ottengono dei buoni risultati nel trattamento della psoriasi a placche.
Poiché l’Acitretina non ha effetti soppressivi sul sistema immunitario può essere impiegata anche nei pazienti che sono HIV-positivi.
I principali effetti della terapia con Acitretina sono: aumento della lipidemia, grave cefalea, disfunzioni epatiche, perdita dei capelli, assottigliamento delle unghie, secchezza della cute, dolori muscolari, alle articolazioni ed ossei.
I retinoidi per os non dovrebbero essere impiegati nelle donne in gravidanza o che desiderano rimanere incinte per almeno 3 anni dalla sospensione della terapia, per la possibile insorgenza di gravi effetti a carico del feto.

Biologici

I biologici agiscono sulle cellule T, coinvolte nel processo psoriasico.

Alefacept ( Amevive ), una proteina di fusione LFA-3 / IgG1, agisce interferendo con la migrazione, l’attivazione e la proliferazione delle cellule T.
Il farmaco trova indicazione nel trattamento degli adulti della forma moderata-grave della psoriasi a placche, cronica.
Alefacept è somministrato mediante iniezione intramuscolare una volta a settimana per 12 settimane.
Il tempo medio di remissione per i pazienti che rispondono al trattamento è superiore ai 7 mesi. In alcuni casi il periodo di remissione ha superato l’anno.
In caso di recidiva i pazienti possono essere trattati con un nuovo ciclo di 12 settimane, con l’avvertenza che tra un ciclo e l’altro siano trascorsi almeno 3 mesi.
Gli effetti indesiderati più comuni sono: sensazione di freddo e dolori muscolari nel corso delle prime iniezioni del farmaco.

Efalizumab ( Raptiva ) è un anticorpo monoclonale che inibisce l’attivazione delle cellule T e blocca la mobilizzazione delle cellule T.

Efalizumab trova indicazione nel trattamento della forma moderata-grave della psoriasi a placche, cronica negli adulti.
Efalizumab viene somministrato per via iniettiva una volta a settimana. Presenta il vantaggio dell’ auto-somministrazione da parte del paziente.
L’effetto dell’Efalizumab è rapido con comparsa dei primi risultati già a 2 settimane dall’inizio del trattamento.
Dopo interruzione della somministrazione di Efalizumab nella maggior parte dei casi si assiste ad una ripresa dei segni e dei sintomi della malattia.
Questo obbliga a continuare la somministrazione del farmaco per lunghi periodi.
I più comuni effetti indesiderati sono: cefalea, sintomi simil-influenzali e dolori muscolari, durante le prime iniezioni.

Etanercept ( Enbrel ) è un recettore TNF, che si lega al TNF circolante, inattivandolo.
Il TNF ( Tumor Necrosis Factor ) svolge un importante ruolo nell’attivazione della cascata infiammatoria e nella regolazione del sistema immunitario.
Il farmaco trova indicazione nel trattamento della forma moderata-grave della psoriasi a placche negli adulti, oltre che nell’artrite psoriasica, artrite reumatoide e spondilite anchilosante.
Etanercept è somministrato per via iniettiva due volte a settimana al dosaggio di 50 mg per i primi 3 mesi, seguiti da un periodo di mantenimento al dosaggio di 50 mg a settimana.
La più comune reazione avversa dell’Etanercept è la reazione al sito di iniezione.

Immunosoppressori

La Ciclosporina è un potente immunosoppressore.
Il suo impiego in formulazione liquida o in pillole è generalmente riservato a pazienti con grave forma di psoriasi, che non rispondono ad altre terapie.
La risposta è rapida.
A causa dei potenziali gravi effetti indesiderati, i pazienti dovrebbero essere monitorati riguardo alla funzione renale e alla pressione sanguigna.
I più comuni effetti indesiderati della Ciclosporina sono: cefalea, formicolio o sensazione di bruciatura alle braccia o alle gambe, senso di affaticamento, disturbo addominale, dolore muscolo-scheletrico o delle articolazioni.
La Ciclosporina può indurre lo sviluppo di tumori.
L’FDA raccomanda che il trattamento con Ciclosporina non abbia durata superiore ad 1 anno.

Il Metotrexato è uno dei farmaci più efficaci per i pazienti con psoriasi pustolosa e psoriasi eritrodermica.
Il Metotrexato può essere somministrato sia per via iniettiva che per os.
Generalmente la risposta è rapida, entro 4-6 settimane.
Dopo l’iniziale clearing, il dosaggio può essere ridotto, o possono essere impiegate altre terapie.
I più comuni effetti indesiderati comprendono: nausea, senso di affaticamento, cefalea.
Il trattamento prolungato con Metotrexato può causare danno epatico.
A causa dei possibili gravi effetti collaterali i pazienti trattati con Metotrexato devono essere sottoposti a monitoraggio della funzionalità epatica, renale e dei valori ematici.
Il Metotrexato può causare difetti a carico del feto, pertanto il farmaco non deve essere assunto dalle donne in gravidanza e dalle donne che desiderano rimanere incinte.
Gli uomini e le donne che intendono concepire un figlio dovrebbero sospendere l’assunzione di Metotrexato almeno 12 settimane prima. ( Xagena2004 )

Fonte:

- American Academy of Dermatology
- National Institutes of Health – NIAMSD

Dermo2004 Farma2004


Indietro