Dermabase.it
OncoDermatologia
Melanome
Melanome 2018

Sicurezza ed efficacia di un filler volumizzante con Acido Ialuronico per il trattamento della lipoatrofia facciale associata a infezione da HIV


La lipoatrofia facciale è associata a malattia da virus dell'immunodeficienza umana ( HIV ) e uso della terapia antiretrovirale altamente attiva ( HAART ). 
La condizione è caratterizzata principalmente dalla perdita di volume del viso che colpisce i contorni di guance, tempie e orbite e può influenzare negativamente l'aderenza dei pazienti alla terapia HAART, la salute psicologica e la qualità della vita.

Un singolo trattamento di filler di Acido Ialuronico, 20 mg/ml, può fornire un immediato risultato naturale dell’aspetto del viso.
Sono state valutate la sicurezza e l'efficacia di un filler di Acido Ialuronico per il trattamento della lipoatrofia facciale, associata ad HIV, nel corso di un follow-up di 12 mesi.

È stato effettuato uno studio in aperto sulla sicurezza e sulla efficacia nei pazienti con lipoatrofia facciale associata al virus HIV, CLSS ( Carruthers Lipoatrophy Severity Scale ) di grado 2 o superiore ( range, 1-4, con punteggi più alti che indicano maggiore gravità ), e nessun precedente trattamento per lipoatrofia facciale durante l’anno passato che hanno ricevuto 1 trattamento e un touch-up opzionale.

Sono stati trattati e seguiti 20 pazienti al Sacramento Veterans Affairs Medical Center, Mather, California, dal 2015 al 2016.
La volumizzazione di guance e tempie è stata eseguita utilizzando le tecniche smile-and-fill, fanning, e deposito con un touch-up opzionale al follow-up a 2 settimane.

I pazienti sono stati sottoposti a valutazione alla visita iniziale e durante il follow-up a 2 settimane e 3, 6, 9 e 12 mesi. Le misure principali di esito hanno incluso: sicurezza ( tasso di eventi avversi correlati al trattamento ), grado CLSS, e punteggio Global Aesthetic Improvement Scale ( GAIS ) ( scala a 5 punti, dal peggiore a molto migliorato ).

Hanno completato tutte le visite dello studio 19 dei 20 pazienti ( tutti uomini; età media, 57 anni ). 

La gravità al basale della lipoatrofia facciale, associata ad HIV, è stata di grado CLSS 2 in 16 pazienti; grado 3, in 3 pazienti; grado 4, in 1 paziente.

Il volume medio totale di Acido Ialuronico usato è stato di 6.1 ml per lipoatrofia facciale di grado 2; 9.3 ml per lipoatrofia di grado 3; 26.0 ml per lipoatrofia di grado 4 ( 1 ml corrisponde a 1 siringa di filler di Acido Ialuronico ). 

Tutti e 19 i pazienti hanno mantenuto un miglioramento significativo alla scala CLSS ( grado 1 ) e alla scala GAIS ( molto migliorato ) senza eventi avversi correlati al trattamento a 12 mesi.

In conclusione, lo studio ha riportato sicurezza ed efficacia eccellenti e supporta l'uso del filler di Acido Ialuronico per il trattamento della lipoatrofia facciale, associata a HIV, con risultati durevoli a 12 mesi. 
Sono necessari futuri studi clinici randomizzati multicentrici in cieco per dimostrare la sicurezza a lungo termine, l'efficacia e la durata del filler di Acido Ialuronico per il trattamento della lipoatrofia facciale associata a HIV. ( Xagena2017 )

Ho D, Jagdeo J, JAMA Dermatol 2017; 153: 61-65

Dermo2017 Inf2017 Farma2017


Indietro