Dermabase.it
OncoDermatologia
Melanome
Melanome 2018

Gli stati di immunodeficienza non-correlati possono influire sull'esito e sull'espressione della molecola del checkpoint immunitario in pazienti con micosi fungoide


L’immunodeficienza è correlata con esiti peggiori e diminuita espressione della molecola del checkpoint immunitario nel melanoma.
L'impatto della immunodeficienza nella micosi fungoide è sconosciuto.

È stato valutato l'impatto della immunodeficienza nella micosi fungoide in uno studio caso-controllo su 17 pazienti con micosi fungoide e immunodeficienza rispetto a controlli abbinati per età, stadio ed etnia come sottogruppo di una analisi comparativa di 23 pazienti con micosi fungoide con immunodeficienza ( precedente linfoma, gravidanza recente / attuale, infezione da HIV, ipogammaglobulinemia e precedente chemioterapia ) versus senza immunodeficienza.

E' stata compiuta una analisi immunoistochimica della proteina PD-1 ( morte cellulare programmata 1 ), di PD-L1 ( ligando di morte cellulare programmata 1 ), di FOXp3 e di interleuchina 17 in 12 pazienti con immunodeficienza e in 10 controlli.

I pazienti con immunodeficienza hanno presentato più fallimenti del trattamento ( 14 su 23 vs 5 su 17, P=0.028 ), più fallimenti del trattamento entro 3 anni dalla diagnosi ( 12 su 23 vs 4 su 17, P=0.050 ), più angiocentrismo ( 6 su 12 vs 0 su 10, P=0.005 ), cellule più grandi ( 1.92 su 3 vs 1.30 su 3, P=0.009 ), più casi con almeno il 10% di positività a PD-1 ( 9 su 11 vs 4 su 10, P=0.031 ) e almeno il 10% di positività a PDL1 ( 7 su 12 vs 2 su 10, P=0.042 ) e una percentuale media superiore di cellule PD-1+ ( 43.27 vs 11.2, P=0.028 ).

Non sono state osservate differenze di sopravvivenza, espressione di FOXp3, espressione di interleuchina 17, profondità istologica, ulcerazioni, cambiamenti granulomatosi o siringotropismo.

In conclusione, l'immunodeficienza è correlata a esiti peggiori e aumento dell'espressione di PD-1 e PD-L1 nella micosi fungoide.
I pazienti con micosi fungoide e immunodeficienza possono essere candidati alla terapia con inibitori del checkpoint immunitario, in attesa di ulteriori indagini. ( Xagena2018 )

Warren S et al, J Am Acad Dermatol 2018; 78: 530-539

Onco2018 Dermo2018 Farma2018


Indietro