Dermabase.it
Melanome
Melanome 2018
OncoDermatologia

Gestione a lungo termine della dermatite atopica da moderata a grave con Dupilumab e concomitanti corticosteroidi topici


Dupilumab ( Dupixent ), un anticorpo monoclonale anti-recettore-alfa della interleuchina 4, blocca la segnalazione della interleuchina 4 e della interleuchina 13, citochine di tipo 2/Th2 implicate in numerose malattie allergiche che vanno dall'asma alla dermatite atopica.
Precedenti studi in monoterapia della durata di 16 settimane avevano dimostrato che Dupilumab sostanzialmente migliora i segni e i sintomi della dermatite atopica da moderata a grave con una sicurezza accettabile, confermando il ruolo cruciale dell'interleuchina 4 e dell'interleuchina 13 nella patogenesi della dermatite atopica.

E' stata valutata l'efficacia e la sicurezza a lungo termine di Dupilumab con corticosteroidi topici a media potenza rispetto a placebo con corticosteroidi topici negli adulti con dermatite atopica da moderata a grave.

Nello studio LIBERTY AD CHRONOS di 1 anno, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, di fase 3, adulti con dermatite atopica da moderata a grave e risposta inadeguata ai corticosteroidi topici sono stati arruolati in 161 ospedali, cliniche e centri accademici in 14 Paesi in Europa, Asia-Pacifico e Nord America.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a Dupilumab 300 mg per via sottocutanea una volta alla settimana ( qw ), Dupilumab 300 mg ogni 2 settimane ( q2w ) o placebo, stratificando per gravità e regione globale.

Tutti e tre i gruppi sono stati trattati con corticosteroidi topici concomitanti con o senza inibitori topici della calcineurina, laddove erano sconsigliati i corticosteroidi topici.
I corticosteroidi topici potevano essere ridotti, interrotti o riavviati in base all'attività della malattia.

Gli endpoint co-primari erano i pazienti che raggiungevano la scala IGA ( Investigator's Global Assessment ) di 0-1 e un miglioramento di 2 punti o più rispetto al basale, e un miglioramento del 75% rispetto al basale nella scala EASI-75 ( Eczema Area and Severity Index ) alla settimana 16.
Le analisi di efficacia alla settimana 16 e di sicurezza alla settimana 52 hanno incluso tutti i pazienti randomizzati; l'efficacia alla settimana 52 ha compreso i pazienti che hanno completato il trattamento.

Tra il 2014 e il 2015 sono stati arruolati 740 pazienti: 319 sono stati assegnati in modo casuale a Dupilumab qw più corticosteroidi topici, 106 a Dupilumab q2w più corticosteroidi topici e 315 a placebo più corticosteroidi topici.
623 ( 270, 89 e 264, rispettivamente ) erano valutabili per l'efficacia alla settimana 52.

Alla settimana 16, un numero maggiore di pazienti trattati con Dupilumab più corticosteroidi topici ha raggiunto gli endpoint coprimari di IGA 0-1 ( 39%, 125 pazienti, trattati con Dupilumab più corticosteroidi topici qw e 39%, 41 pazienti, trattati con Dupilumab q2w più corticosteroidi topici versus 12%, 39 pazienti, che hanno ricevuto placebo più corticosteroidi topici; P minore di 0.0001 ) e EASI-75 ( 64%, 204, e 69%, 73, vs 23%, 73; P minore di 0.0001 ).
I risultati alla settimana 52 erano simili.

Eventi avversi sono stati riportati in 261 pazienti ( 83% ) che hanno ricevuto Dupilumab qw più corticosteroidi topici, 97 pazienti ( 88% ) che hanno ricevuto Dupilumab q2w e 266 pazienti ( 84% ) che hanno ricevuto placebo e gravi eventi avversi in 9 ( 3% ), 4 ( 4% ) e 16 ( 5% ) pazienti, rispettivamente.
Non sono state osservate anomalie di laboratorio significative indotte da Dupilumab.

Le reazioni al sito di iniezione e la congiuntivite erano più comuni nei pazienti trattati con Dupilumab più corticosteroidi topici rispetto ai pazienti trattati con placebo più corticosteroidi topici.

Dupilumab aggiunto al trattamento standard con corticosteroidi topici per 1 anno ha migliorato segni e sintomi della dermatite atopica, con sicurezza accettabile. ( Xagena2017 )

Blauvelt A et al, Lancet 2017; 389: 2287-2303

Dermo2017 Farma2017


Indietro