Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite
Melanoma
Dermabase.it

Fluorouracile topico per la cheratosi attinica e il fotoinvecchiamento


Ricercatori dell’University of Michigan a Ann Arbor negli Stati Uniti, hanno esaminato i cambiamenti clinici e molecolari dopo trattamento topico con Fluorouracile della cute del volto danneggiata dalla luce per cheratosi attinica.
È stato condotto uno studio non-randomizzato, in aperto e della durata di 2 settimane consistente nel trattamento con crema a base di Fluorouracile 5% seguito da valutazione clinica e molecolare.

Sono stati coinvolti 21 volontari sani di età compresa tra 56 e 85 anni con cheratosi attinica e foto danneggiamento, che si sono sottoposti a 2 applicazioni al giorno della crema a base di Fluorouracile per 2 settimane, e a biopsie e a valutazioni cliniche al basale e alla fine del trattamento.

Le principali misure di esito erano l’espressione genica e proteica degli effettori molecolari del danno epidermico, dell’infiammazione e del rimodellamento della matrice extracellulare 24 ore dopo il trattamento con Fluorouracile.

A un giorno dal termine del trattamento con Fluorouracile, l’espressione genica degli effettori del danno epidermico ( cheratina 16 ), dell’infiammazione ( interleuchina-1 beta; IL-1 beta ) e della degradazione della matrice extracellulare ( metalloproteinasi della matrice 1 e 3 ), è aumentata in modo significativo.

Alla settimana 24, i livelli proteici di procollagene di tipo 1 sono aumentati di 2 volte.

La cheratosi attinica e il fotoinvecchiamento sono migliorati in modo statisticamente significativo.

La maggior parte dei pazienti ha riferito miglioramenti nel foto invecchiamento, e si è dichiarato disposto a ripetere il trattamento.

In conclusione, l’applicazione topica di Fluorouracile causa danno epidermico che stimola il riparo della ferita e il rimodellamento portando a un miglioramento nell’aspetto. ( Xagena2009 )

Sachs DL et al, Arch Dermatol 2009;145: 659-666


Dermo2009 Farma2009


Indietro