Dermabase.it
Melanome
Melanome 2018
OncoDermatologia

Cheratosi psoriasiforme


Ricercatori dei WCP Laboratories a St.Louis negli Stati Uniti hanno presentato 18 casi di papule entematose o placche con caratteristiche microscopiche sia di cheratosi seborroica, che di psoriasi.

Tuttavia in nessun paziente è stata diagnosticata la psoriasi né al momento della presentazione né durante il periodo osservazionale.

La maggior parte delle lesioni erano solitarie, presenti per 6-7 mesi, soprattutto a livello delle estremità superiori ed inferiori.
Altri siti di identificazione erano rappresentati dallo scalpo, collo, spalle e schiena.

E’ stata osservata una maggiore incidenza, seppur non marcata, negli uomini rispetto alle donne.

L’età media alla diagnosi era di 66,8 anni.

La più comune diagnosi è stata la cheratosi seborroica, seguita da carcinoma basocellulare, malattia di Bowen, cheratosi attinica ( solare ).

Le lesioni presentavano un diametro medio inferiore ad 1 cm, ed erano squamose.
L’esame istologico ha rivelato acantosi epidermica, verrucosa, irregolare, con ipercheratosi, paracheratosi, ipergranulosi e collezioni intracorneali di neutrofili.

Sulla superficie del derma è stata risconrtrata dilatazione vascolare ed infiammazione linfocitica cronica.

La colorazione PAS ( Periodic Acid-Schiff ) per i lieviti o i dermatofiti è risultata negativa in tutti i casi.

Non è stata osservata nessuna evidenza clinica di psoriasi disseminata.

Gli Autori hanno coniato il termine di cheratosi psorisiforme in attesa di definire la natura della malattia. ( Xagena2007 )

Walsh SN et al, Am J Dermatopathol 2007; 29: 137-140  

Dermo2007

XagenaFarmaci_2007



Indietro