Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
AAD Annual Meeting
European dermatology congress
Melanome 2018

Tinea capitis infiammatoria è rara ma più comune nelle famiglie rurali


La tinea capitis infiammatoria è una rara forma di tinea capitis.
Lo scopo di uno studio è stato quello di compiere una revisione del profilo epidemiologico, clinico e micologico della tinea capitis infiammatoria.

Uno studio retrospettivo ( 1999-2010 ) ha incluso tutti i casi di tinea capitis infiammatoria osservata in un ospedale di riferimento nella Tunisia settentrionale.

Sono stati arruolati 121 pazienti con tinea capitis infiammatoria, di cui 83 di sesso maschile ( 68.6% ) e 38 di sesso femminile ( 31.4% ).
L'età media dei pazienti era di circa 8 anni.

La maggior parte dei casi di tinea capitis ( 71.9% ) ha interessato pazienti di età inferiore a 10 anni.

Una storia familiare positiva e il contatto con gli animali sono stati notati, rispettivamente, in 7 e 35 casi.

Un esame diretto è risultato positivo in 110 casi ( 59 ectothrix, 51 endothrix ) e sono state ottenute colture positive in 105 pazienti ( 49 Trichophyton violaceum, 31 Microsporum canis, 13 Trichophyton interdigitale complex, 12 Trichophyton verrucosum ).

È stato effettuato il trattamento sistemico in 115 pazienti con Griseofulvina ( Fulcin ), in uno con Terbinafina ( Lamisil ).

Una guarigione completa è stata osservata in 88 casi, mentre alopecia persistente è stata osservata in 28 casi.

La tinea capitis infiammatoria è rara, ma è più comune nelle famiglie rurali. La malattia ha colpito più soggetti di genere maschile ( 68.6% ) e Trichophyton violaceum rimane un comune agente patogeno di tinea capitis infiammatoria nel nord della Tunisia. ( Xagena2013 )

Zaraa I et al, Mycoses 2013; 56: 110-116

Dermo2013 Inf2013



Indietro