Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite
Melanoma
Dermabase.it

Trametinib, un inibitore MEK1/MEK2 in pazienti con melanoma cutaneo metastatico con mutazione BRAF precedentemente trattati con o senza un inibitore BRAF


Le mutazioni in BRAF promuovono la proliferazione e la crescita delle cellule del melanoma soprattutto attraverso l’attivazione di MEK.

È stato condotto uno studio per determinare il tasso di risposta ( RR ) per l’inibitore selettivo, allosterico di MEK1/MEK2 Trametinib ( GSK1120212 ), nei pazienti con melanoma metastatico con mutazione BRAF.

Lo studio in aperto, a 2 stadi e di fase II con due coorti ha coinvolto pazienti con melanoma metastatico con mutazione BRAF precedentemente trattati con un inibitore BRAF ( coorte A ) o trattati con chemioterapia e/o immunoterapia ( naive per gli inibitori BRAF; coorte B ).

I pazienti hanno ricevuto 2 mg di Trametinib per via orale una volta al giorno.

Nella coorte A ( n=40 ) non sono state osservate risposte oggettive confermate e 11 pazienti ( 28% ) hanno mostrato malattia stabile; la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 1.8 mesi.

Nella coorte B ( n=57 ) sono stati osservati 1 ( 2% ) risposta completa, 13 ( 23% ) risposte parziali e 29 pazienti ( 51% ) con malattia stabile ( RR, 25% ); la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 4.0 mesi.

Un paziente ciascuno con BRAF K601E e BRAF V600R ha mostrato una risposta parziale prolungata.

Gli eventi avversi più frequenti correlati al trattamento sono stati, per tutti i pazienti, tossicità cutanea, nausea, edema periferico, diarrea, prurito e fatigue.

Non è stato osservato alcun carcinoma cutaneo a cellule squamose.

In conclusione, Trametinib è risultato ben tollerato. È stata osservata una attività clinica significativa nei pazienti naive per gli inibitori BRAF precedentemente trattati con chemioterapia e/o immunoterapia.
Un’attività clinica minima è stata osservata come terapia sequenziale in pazienti precedentemente trattati con un inibitore BRAF.
Nel complesso, questi dati suggeriscono che meccanismi di resistenza a inibitori BRAF possono conferire resistenza alla monoterapia con inibitori MEK.
Questi dati sono a sostegno di ulteriori valutazioni di Trametinib nel melanoma con mutazioni BRAF e naive per inibitori BRAF, incluse le forme più rare di melanoma con mutazioni BRAF. ( Xagena2013 )

Kim KB et al, J Clin Oncol 2013; 31: 482-489

Dermo2013 Onco2013 Farma2013


Indietro