Dermabase.it
Melanome 2018
XagenaNewsletter
OncoDermatologia

Riattivazione dell’epatite B nei pazienti con pemfigo vulgaris e dermatomiosite sottoposti a terapia sistemica con glucocorticosteroidi


Le complicanze potenzialmente fatali associate alla riattivazione dell’epatite virale B ( HBV ) non sono ben caratterizzate tra i pazienti con malattia del tessuto connettivo o con patologia bollosa, riceventi terapia sistemica prolungata con glucocorticosteroidi.

Ricercatori di Taiwan hanno segnalato la riattivazione dell’epatite B in seguito a terapia con glucocorticosteroidi per una serie di casi di pemfigo vulgaris e di dermatomiosite.

Lo studio di coorte retrospettivo ha coinvolto 98 pazienti che hanno ricevuto almeno 6 mesi di terapia sistemica con glucocorticosteroidi.

Sono stati identificati 4 casi di portatori di epatite B con riesacerbazione dell’epatite virale.

Due pazienti hanno sofferto di epatite fulminante e sono morti, mentre gli altri 2 hanno presentato ricorrente riesacerbazione dell’epatite dopo terapia antivirale.

Il tempo medio dall’inizio della terapia con glucocorticoidi al tempo della riattivazione dell’epatite è stato di 10,5 mesi.

In conclusione, la riattivazione dell’epatite B fatale può verificarsi in seguito a terapia sistemica per lungo periodo con glucocorticosteroidi. Dato il rischio di mortalità, tutti i pazienti con malattia del tessuto connettivo o patologia bollosa dovrebbero essere sottoposti a screening dei marker plasmatici dell’epatite B prima di iniziare e la terapia sistemica con glucocorticosteroidi. ( Xagena2008 )

Yang CH et al, Br J Dermatol 2007; 157: 587-590


Farma2008 Dermo2008 Inf2008


Indietro