Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite
Melanoma
Dermabase.it

Associazione tra Sirolimus e Ciclosporina ad un dosaggio subterapeutico nel trattamento della forma grave di psoriasi


L’identificazione di un potente agente immunosoppressore-antiproliferativo con un’accettabile tossicità è stato uno degli obiettivi della terapia della forma grave della psoriasi a placche. Lo studio, randomizzato, ha valutato l’efficacia e la sicurezza del Sirolimus ( Rapamune ) nella psoriasi grave, somministrato da solo o in associazione alla Ciclosporina.
Sono state coinvolti 150 pazienti di 18 anni o più, con psoriasi a placche, forma grave.
Sirolimus è stato somministrato a diversi dosaggi giornalieri ( 0,5, 1,6, 3 mg/m2/die ) per 8 settimane da solo o in associazione con dosaggi subterapeutici di Ciclosporina ( 1,25 mg/kg/die ) o 5 mg/kg/die. L’endpoint primario era rappresentato dalla riduzione percentuale media dell’indice PASI ( Psoriasis Area and Severity Index ). La maggior riduzione media dell’indice PASI è stata osservata con la Ciclosporina 5 mg/kg/die ( 70,5%)  e con Sirolimus 3 mg/m2/die e Ciclosporina 1,25 mg/kg/die ( 63,7% ). La sola Ciclosporina ( 1,25 mg/kg/die ) ha presentato una riduzione media del 33,4%.
I livelli di creatina sierica sono risultati significativamente più bassi nei gruppi trattati con il solo Sirolimus, e Sirolimus e Ciclosporina a dosaggio ridotto rispetto alla Ciclosporina 5 mg/kg/die. Gli eventi avversi associati a Sirolimus sono stati: trombocitopenia (5%), iperlipidemia (9%), stomatite aftosa (9%), acne (13%); gli effetti indesiderati della Ciclosporina: rossore al volto (12%), iperlipidemia (9%), aumento della creatinina plasmatica (9%).Dallo studio è emerso che la somministrazione di Sirolimus associata ad un dosaggio subterapeutico di Ciclosporina ha permesso di ridurre le rispettive tossicità, e soprattutto la nefrotossicità indotta dalla Ciclosporina. ( Xagena2001 )

Reitamo S et al, Br J Dermatol 2001; 145: 438-445


Indietro