Dermabase.it
OncoDermatologia
Melanome
Melanome 2018

Antibiotici a confronto con contraccettivi orali per acne vulgaris


Sia gli antibiotici sia i contraccettivi orali sono efficaci nella gestione dell’acne vulgaris.
Nonostante l'uso diffuso, sono stati pubblicati pochi confronti diretti di efficacia tra le due modalità di cura.

È stata confrontata l'efficacia di antibiotici e contraccettivi orali nella gestione dell'acne mediante una meta-analisi effettuata in conformità con le linee guida Preferred Reporting Items for Systematic Reviews and Meta-Analyses e Cochrane collaboration.

La revisione di 226 pubblicazioni ha selezionato 32 studi randomizzati e controllati che hanno soddisfatto i criteri di inclusione.

A 3 e 6 mesi, rispetto al placebo, sia gli antibiotici che i contraccettivi orali hanno portato a una maggiore riduzione percentuale delle lesioni infiammatorie, non-infiammatorie e totali; le due modalità in ogni momento temporale hanno dimostrato parità statistica, a parte il fatto che gli antibiotici sono stati superiori ai contraccettivi orali nella riduzione percentuale delle lesioni totali a 3 mesi:

media ponderata della riduzione delle lesioni infiammatorie: 3 mesi di trattamento antibiotico per via orale: 53.2%, 3 mesi di contraccettivi orali: 35.6%, 3 mesi di trattamento con placebo: 26.4%, 6 mesi di trattamento antibiotico per via orale: 57.9%, 6 mesi di contraccettivi orali: 61.9%, 6 mesi di trattamento con placebo: 34.2%;

riduzione media ponderata delle lesioni non-infiammatorie: 3 mesi di trattamento antibiotico per via orale: 41.9%, 3 mesi di contraccettivi orali: 32.6%, 3 mesi di trattamento con placebo: 17.1%, 6 mesi di trattamento antibiotico per via orale: 56.4%, 6 mesi di contraccettivi orali: 49.1%, 6 mesi di trattamento con placebo: 23.4%;

media ponderata della riduzione delle lesioni totali: 3 mesi di trattamento antibiotico per via orale: 48.0%, 3 mesi di contraccettivi orali: 37.3%, 3 mesi di trattamento con placebo: 24.5%, 6 mesi di trattamento antibiotico per via orale: 52.8%, 6 mesi di contraccettivi orali: 55.0%, 6 mesi di trattamento con placebo=28.6%.

In conclusione, sebbene gli antibiotici possano essere superiori a 3 mesi, i contraccettivi orali sono equivalenti agli antibiotici a 6 mesi nel ridurre le lesioni dell'acne e, pertanto, possono essere una alternativa di prima linea migliore agli antibiotici sistemici per la gestione dell’acne a lungo termine nelle donne. ( Xagena2014 )

Koo EB et al, J Am Acad Dermatol 2014;71:450-459

Dermo2014 Farma2014


Indietro