Dermabase.it
Melanome 2018
Melanome
OncoDermatologia

Accuratezza dei criteri dermoscopici per distinguere il carcinoma basocellulare superficiale da altri sottotipi


La gestione del carcinoma a cellule basali ( BCC ) dipende, tra gli altri fattori, dal suo sottotipo istologico.
Anche se sono stati indagati i criteri dermoscopici della carcinoma a cellule basali, il possibile ruolo della dermoscopia nel predire il sottotipo di tumore rimane non ben definito.

È stata valutata l'accuratezza diagnostica dei criteri dermoscopici per differenziare il carcinoma a cellule basali superficiale ( sBCC ) da altri sottotipi di carcinoma a cellule basali.
Le immagini dermoscopiche di carcinoma a cellule basali confermato per via istopatologica sono state retrospettivamente valutate per la presenza di criteri predefiniti.
Odds ratio univariata e regolati sono stati calcolati.

In tutto, sono stati inclusi 77 carcinomi a cellule basali superficiali e 258 carcinomi a cellule basali non-superficiali ( non-sBCC ).

Aree simili a foglia di acero, teleangectasie superficiali sottili, piccole erosioni multiple, e aree lucide bianco-rosse senza struttura erano potenti predittori di carcinoma basocellulare superficiale, ciascuno rendendo la diagnosi più di 5 volte più probabile.

Per contro, la presenza di vasi arborizzati, nidificazioni ovoidali blu-grigio e ulcerazioni hanno dato una probabilità maggiore di 11 volte, 15 volte e 3 volte di diagnosi di carcinoma basocellulare non-superficiale, rispettivamente.

Sulla base dei risultati dell'analisi multivariata, è stato proposto un algoritmo diagnostico che può predire la diagnosi di carcinoma basocellulare superficiale con una sensibilità del 81.9% e una specificità del 81.8%.

In conclusione, la dermoscopia è affidabile nel differenziare il carcinoma a cellule basali superficiale da altri sottotipi di carcinoma a cellule basali. ( Xagena2014 )

Lallas A et al, J Am Acad Dermatol 2014; 70: 303-311

Dermo2014 Onco2014 Diagno2014



Indietro